Esercizi dei meridiani (keiraku taiso) e makkoho

Per approfondire la conoscenza degli esercizi per la salute creati da Shizuto Masunaga e conosciuti in Giappone come “Keiraku Taiso” (esercizi dei meridiani), abbiamo ricevuto da Haruhiko Masunaga un articolo che chiarisce definitivamente la differenza essenziale tra “Keiraku Taiso” e “Makkoho”, esercizi questi ultimi creati invece da Wataru Nagai nel 1933. Ringraziamo l’autrice del testo Mami Kawa, che ci ha autorizzato alla pubblicazione. Mami Kawa sensei svolge da anni in Germania e Austria la propria attività di insegnante di movimento olistico, yoga, Keiraku Shiatsu, esercizi dei meridiani e makkoho; potrete così conoscere le differenze tra i due tipi di esercizi. Buona lettura!

“Il corso intensivo di cinque giorni che si tiene al Centro Iokai di Ueno, Tokyo, inizia ogni mattina con gli esercizi dei meridiani. È una routine quotidiana per l’insegnante Haruhiko Masunaga sensei fare gli esercizi anche prima di iniziare i trattamenti shiatsu. Tuttavia, non è possibile imparare gli esercizi chiamati makkoho nel corso che si tiene allo Iokai, fondato dal maestro Shizuto Masunaga. Dunque, cos’è il makkoho che viene insegnato quasi senza eccezioni nelle scuole shiatsu al di fuori del Giappone?

Avendo il dubbio, nel dicembre 2017 presi lezioni private presso la sede dell’associazione Makkoho, una fondazione senza scopo di lucro a Shibuya, Tokyo. In quell’occasione, venni istruito direttamente dall’insegnante principale, Masahiro Ono, che mi permise di fare domande dettagliate. Wataru Nagai creò il makkoho nel 1933 come modo di mantenere la salute.
Egli subì un’emorragia cerebrale a quarantadue anni e fu paralizzato dal lato sinistro. Tuttavia, gradualmente riacquistò la propria salute praticando tutti i giorni esercizi che prendevano spunto da un atto di devozione. Inoltre, sviluppò quattro tipi di esercizi fisici di base.
Anche ora molti membri, dietro la gestione della quota associativa, stanno attivamente lavorando in tutto il Giappone e negli Stati Uniti e hanno stabilito cinque livelli per coloro che desiderano diventare istruttori. L’insegnamento è autorizzato solo a coloro che hanno conseguito la qualifica di istruttore con l’associazione e quindi, normalmente, coloro che non hanno la licenza non sono autorizzati a insegnare gli esercizi di makkoho.

Nonostante le scrupolose regole, perché gli esercizi dei meridiani che vengono insegnati all’estero, specialmente in Europa, ora vengono chiamati makkoho e persino il modo di eseguire gli esercizi si è mescolato con quello degli esercizi dei meridiani?
Sembra che ci siano varie ipotesi su questo argomento. Ad esempio Tokujiro Namikoshi, il primo presidente dell’Associazione Giapponese di Shiatsu, era un appassionato degli esercizi di makkoho; il metodo di pratica svolto a coppie e chiamato “esercizi di formazione” ricorda molto da vicino lo shiatsu dei meridiani; un inglese che imparò gli esercizi dei meridiani in Giappone e li diffuse in Europa come makkoho; ma c’è anche una voce, senza alcuna credibilità, che siano stati ideati da una persona di nome Makko.

Si dice che Shizuto Masunaga concepisse gli esercizi dei meridiani come la sua ultima missione e, con essi, il sistema dei meridiani di Masunaga sarebbe completo.
La corretta comprensione degli esercizi dei meridiani è indispensabile per coloro che praticano i trattamenti shiatsu basati sulla concezione dei meridiani. Inoltre, se vogliamo continuare a portare rispetto e gratitudine a questi due ideatori di tali eccezionali esercizi e ai loro successori, è giusto distinguere chiaramente i due tipi di esercizi.

Per questo motivo, ho riepilogato e confrontato i punti comuni e le differenze tra gli esercizi dei meridiani e il makkoho nella tabella che segue”.

Mami Kawa, dalla newsletter dell’Associazione Shiatsu Tedesca “GSD Shiatsu Journal”, ottobre 2018, riveduto nel febbraio 2019.

(traduzione dall’inglese di Valentina Pasqualini)