QUESTI BENEDETTI POLSI IN MTC

Da anni, dopo aver letto il libro “Agopuntura” di Jean Borsarello (edizioni Masson), durante i miei trattamenti shiatsu controllo i battiti del polso all’insaputa dei riceventi e cerco di comparare la diagnosi dell’addome e della schiena che pratichiamo nello shiatsu stile Iokai con i risultati della setsumyaku (diagnosi dei polsi). Qualche volta riesco a stabilire lo stesso risultato di diagnosi della classica valutazione stile Masunaga ma altre volte no, e dicevo tra me e me: “Per scoprire che si può far diagnosi sui battiti del polso su un unico canale arterioso, questi cinesi devono essere arrivati qualche millennio fa da un altro pianeta”…
Qualche anno fa avevo seguito un corso di Tuina con il medico Cheng Intarang. Cheng aveva provato a spiegarci come sentire e valutare le pulsazioni ma dopo un po’ si era arreso, dicendo che lavoriamo troppo con la testa e non sappiamo stare in ascolto.
Ultimamente, seguendo la traduzione del libro “Keiraku to shiatsu” di Shizuto Masunaga, mi ha colpito una frase del maestro che, parlando degli agopuntori, dice: “Iniziare prendendo il polso del paziente è, per il terapeuta, un mezzo per assicurarsi una relazione con l’altro attraverso il contatto della pelle”.

Come Shiatsu Milano Editore abbiamo organizzato recentemente un corso sulla diagnosi di lingua e polsi secondo la Medicina Tradizionale Cinese con uno dei maggiori esperti italiani, il dott. Renato Crepaldi. Partecipando al corso, qualche progresso nel valutare i polsi l’ho fatto, mentre l’esame della lingua, che non conoscevo, mi è sembrato più alla portata di noi occidentali, abituati più a osservare che ha percepire.
Grazie agli insegnamenti del dott. Crepaldi, ho imparato la posizione corretta delle dita sul polso e come appoggiarle, premere, eseguire la pressione simultanea con le tre dita, sentire il polso totale definendo se è più yin o yang. In seguito, staccando due dita, si può sentire la condizione di un meridiano.
Il dott. Crepaldi sottolinea che gli operatori shiatsu hanno una buona sensibilità nelle dita e sono agevolati in questa valutazione. Importanti sono le sue indicazioni di come sentire iniziando a percepire sulla pelle in superficie, poi nella parte centrale e in profondità; insegna anche a esaminare le caratteristiche di pulsazione, posizione, frequenza, lunghezza longitudinale del battito, spessore, forza, scorrevolezza e altro.

Ciò mi ha permesso di cominciare a comprendere i cinque/sei principali tipi di polso nella medicina cinese e il loro significato clinico, per il resto c’è da lavorare!
L’agopuntore, fatta la diagnosi di lingua e polsi, oltre a usare gli aghi prescrive prodotti di erboristeria cinese; come dice Masunaga sensei nei suoi scritti, anche per noi operatori shiatsu la valutazione dei polsi può essere di aiuto alle nostre abituali diagnosi dell’energia dei meridiani e relativi organi.
Invito anche voi a fare questa interessante esperienza partecipando alla nuova edizione del corso online “Diagnosi di lingua e polsi secondo la Medicina Tradizionale Cinese” dal 5-6 marzo 2022 a cura del dott. Renato Crepaldi e Fiorella Ferrara, dedicato a operatori shiatsu e delle discipline manuali e medici, operatori sanitari e agopuntori che desiderano conoscere e approfondire la Medicina Tradizionale Cinese e la diagnosi differenziale.

Roberto Palasciano, curatore editoriale