Crocchette di grano saraceno

RICETTA PER L’INVERNO

“Passate le feste, gabbata la pancia”. I nostri sensi di olfatto e gusto si sono arricchiti di odori e sapori e pretendono di continuare a sentirli… adesso metterli tranquilli è un po’ difficile! Tuttavia, possiamo seguire un regime alimentare che solleciti i nostri due sensi e li renda vivaci ma anche rimetta a posto la nostra pancia e la nostra energia.
Siamo in inverno e la medicina cinese collega questa stagione all’elemento acqua: per ristabilire il nostro sistema energetico, oltre a passeggiare e seguire un corretto stile di vita, dobbiamo puntare su cibi adatti alla stagione. Perché dunque non consultare il libretto “Ricette per le cinque stagioni” di Giuseppe Sivero?
L’autore ci ricorda che l’energia dell’acqua è legata al coraggio, alla paura, al gusto salato e, per quanto riguarda gli organi, alla vescica urinaria e specialmente ai reni, che rappresentano la nostra vitalità. Per potenziare l’energia dei reni sono utili il grano saraceno, i fagioli azuki e le alghe ma anche le nostre verdure di stagione.
Nel testo “Ricette per le cinque stagioni”, Sivero ci propone per l’inverno alcune ricette: la crema di azuki, le crocchette di grano saraceno, i pizzoccheri alle verdure, le carote al forno con i capperi, le verdure miste stufate e il croccante di mele.
Ne ho scelta una molto semplice da preparare che soddisfa il gusto e l’olfatto.

CROCCHETTE DI GRANO SARACENO
Ingredienti: 2 tazze di grano saraceno arrostito, farina di grano tenero, 1 tazza di cavolo cappuccio, 1 cipolla, 1 carota, 4 tazze di acqua bollente, 2 pizzichi di sale, olio ex. vergine di oliva, daikone shoyu.

Ungere una pentola con poco olio e aggiungere la cipolla e il cavolo tagliati a dadini e la carota tagliata a quarti sottili.
Far saltare alcuni minuti, poi aggiungere il grano saraceno e saltare altri 3-4 min, mescolando ogni tanto.
Versare l’acqua bollente, mettere il sale e cuocere con coperchio per 25-30 min con fuoco al minimo.
Far raffreddare ed aggiungere farina sufficiente ad amalgamare.
Fare dei medaglioni e soffriggere in padella o cuocere al forno per 15-20 min a circa 180°.
Per dare più energia ai nostri amati reni, possiamo far soffriggere il preparato e condire con una salsa di daikon grattugiato e shoyu.
Il vostro gusto sarà contento.

 

Felice anno nuovo a tutti e ai nostri organi dell’olfatto e del gusto, di questi tempi particolarmente colpiti; aver cura dei nostri reni e del sistema nervoso ci aiuta nella prevenzione.

Roberto Palasciano, curatore edtoriale